Barolo
Castiglione Falletto

Vitigno

Il Barolo DOCG del Comune di Castiglione Falletto è un nuovo progetto che prevede la selezione parcellare delle vigne comunali zonate negli anni.
Castiglione Falletto, collocato al centro della zona del Barolo, ha una più alta proporzione di vigneti orietati da est a ovest degli altri paesi che lo circondano e ciò conferisce una tipicità particolare ai suoi vini, con un perfetto bilanciamento fra potenza ed eleganza
Il documento che appare in etichetta testimonia di come la zona fosse vocata e dedicata alla produzione di uve e vini da quattro secoli, nel 1624!
L’esposizione è Est, Ovest e Sud-Ovest e il terreno è argilloso e calcareo, con tracce di sabbia.

Prima annata prodotta in purezza

2019

Vinificazione

La vendemmia di Barolo del comune di Castiglione Falletto avviene verso la metà di ottobre e viene eseguita interamente a mano, raccogliendo l’uva in piccole cassette.
Le vigne vengono divise in microparticelle, a seconda della maturazione dei grappoli. Vengono fatte vendemmie separate mantenendo sempre una perfetta uniformità dell’uva.
In questo modo, per ogni parcella, potranno essere prodotte più cuvée.

Questa separazione sarà mantenuta nella vinificazione e nell’invecchiamento del vino. Nelle vasche di acciaio avviene prima la fermentazione di tutte le micro cuveè e di seguito la macerazione a cappello sommerso: le vinacce sono mantenute sommerse a circa 40-50 cm, ad una temperatura controllata per un periodo medio-lungo fino a anche 30 giorni. 

Dopo almeno 18 mesi
di invecchiamento in legno le diverse micro cuvèe vengono sapientemente assemblate e, nei mesi di giugno-luglio, il vino viene messo in bottiglia, dove resta fino all’anno successivo, prima di essere messo in commercio.

Barolo
Castiglione Falletto

Vitigno

Il Barolo DOCG del Comune di Castiglione Falletto è un nuovo progetto che prevede la selezione parcellare delle vigne comunali zonate negli anni. Castiglione Falletto, collocato al centro della zona del Barolo, ha una più alta proporzione di vigneti orietati da est a ovest degli altri paesi che lo circondano e ciò conferisce una tipicità particolare ai suoi vini, con un perfetto bilanciamento fra potenza ed eleganza. Il documento che appare in etichetta testimonia di come la zona fosse vocata e dedicata alla produzione di uve e vini da quattro secoli, nel 1624!
L’esposizione è Est, Ovest e Sud-Ovest e il terreno è argilloso e calcareo, con tracce di sabbia.

Prima annata prodotta in purezza

2019

Vinificazione

La vendemmia di Barolo del comune di Castiglione Falletto avviene verso la metà di ottobre e viene eseguita interamente a mano, raccogliendo l’uva in piccole cassette.
Le vigne venogno divise in microparticelle, a seconda della maturazione dei grappoli. Vengono fatte vendemmie separate mantenendo sempre una perfetta uniformità dell’uva. In questo modo, per ogni parcella, potranno essere prodotte più cuvée.
Questa separazione sarà mantenuta nella vinificazione e nell’invecchiamento del vino. Nelle vasche di acciaio avviene prima la fermentazione di tutte le micro cuveè e di seguito la macerazione a cappello sommerso: le vinacce sono mantenute sommerse a circa 40-50 cm, ad una temperatura controllata per un periodo medio-lungo fino a anche 30 giorni. Dopo almeno 18 mesi di invecchiamento in legno le diverse micro cuvèe vengono sapientemente assemblate e, nei mesi di giugno-luglio, il vino viene messo in bottiglia, dove resta fino all’anno successivo, prima di essere messo in commercio.

annate

Vieni ad
assaggiarlo

Venite a scoprire la magia del Barolo del Comune di Castiglione Falletto.

I vigneti di questo vino, di proprietà esclusiva di Boroli, rappresentano un prezioso patrimonio storico.

Con un’esposizione a sud/sud-ovest e un terreno argilloso-calcareo, il Barolo del Comune di Castiglione Falletto si distingue per lo straordinario equilibrio di finezza e struttura, arricchito da aromi intensi e duraturi.

Un’esperienza eccezionale da gustare e assaporare.