Barolo Cerequio 2012

Prodotto da uve Nebbiolo coltivate con cura nella zona del Cerequio, il Barolo Cerequio 2012 è una sinfonia al palato. Presenta un colore intenso e una struttura ben definita, tangibile al palato.
È un vino che cattura le emozioni e le traduce in un sorso indimenticabile, un invito a celebrare la bellezza del vino italiano.

Denominazione

Barolo Docg Cerequio

Ciclo vegetativo

Le precipitazioni abbondanti registrate nel corso del mese di giugno hanno influenzato la fioritura, causando una minore allegagione delle uve (con un numero medio di acini per grappolo inferiore). Questa condizione ha sicuramente apportato benefici al Barolo Cerequio 2012.
Successivamente, il ciclo vegetativo ha seguito il suo corso in modo regolare.
A partire dalla fine di settembre, le notevoli escursioni termiche giornaliere hanno contribuito a produrre quantità e qualità di sostanze fenoliche estremamente positive, che saranno particolarmente evidenti nel Nebbiolo da Barolo.

Andamento climatico

L’anno 2012 ha visto un inverno piuttosto inusuale: novembre e dicembre sono stati caratterizzati da temperature miti, con massime che hanno raggiunto i 16 °C. Il freddo ha fatto la sua comparsa all’inizio di febbraio, portando abbondanti nevicate e temperature estremamente rigide, con minime fino a -15 °C.
La primavera è stata fresca e piovosa, ma a maggio le temperature hanno nettamente preso quota, arrivando a 17 °C. Anche giugno è stato relativamente piovoso, seguito dall’arrivo dell’estate con punte di temperatura fino a 38 °C nella metà di agosto.
Settembre è trascorso tranquillamente, e dall’inizio di ottobre, le marcate variazioni termiche giornaliere hanno favorito la maturazione delle uve da Nebbiolo per la produzione del Barolo Cerequio 2012.

2012

Barolo Cerequio 2012

2012

Denominazione

Barolo Docg Cerequio

Ciclo vegetativo

Le precipitazioni abbondanti registrate nel corso del mese di giugno hanno influenzato la fioritura, causando una minore allegagione delle uve (con un numero medio di acini per grappolo inferiore). Questa condizione ha sicuramente apportato benefici al Barolo Cerequio 2012.
Successivamente, il ciclo vegetativo ha seguito il suo corso in modo regolare.
A partire dalla fine di settembre, le notevoli escursioni termiche giornaliere hanno contribuito a produrre quantità e qualità di sostanze fenoliche estremamente positive, che saranno particolarmente evidenti nel Nebbiolo da Barolo.

Andamento climatico

L’anno 2012 ha visto un inverno piuttosto inusuale: novembre e dicembre sono stati caratterizzati da temperature miti, con massime che hanno raggiunto i 16 °C. Il freddo ha fatto la sua comparsa all’inizio di febbraio, portando abbondanti nevicate e temperature estremamente rigide, con minime fino a -15 °C.
La primavera è stata fresca e piovosa, ma a maggio le temperature hanno nettamente preso quota, arrivando a 17 °C. Anche giugno è stato relativamente piovoso, seguito dall’arrivo dell’estate con punte di temperatura fino a 38 °C nella metà di agosto.
Settembre è trascorso tranquillamente, e dall’inizio di ottobre, le marcate variazioni termiche giornaliere hanno favorito la maturazione delle uve da Nebbiolo per la produzione del Barolo Cerequio 2012.

-
Piovosità
+
-
Temperatura
+
5 ottobre
Data vendemmia
specifica
Molto buona
Qualità annata
Prodotte con passione:

3068 pz

100 pz

20 pz

---

Nel complesso, quest’annata si è dimostrata non particolarmente generosa in termini di resa, ma ha offerto una qualità eccezionale che ha dato vita a vini estremamente equilibrati.
ACHILLE BOROLI

Premi

2012

VISITA LA
CANTINA

Le cantine Boroli, situate a Castiglione Falletto, sono il posto perfetto per immergersi nel magico territorio delle Langhe con percorsi di degustazione e vivere un’esperienza indimenticabile all’insegna della scoperta e del buon vino.