Barolo Villero 2012

Il Barolo Villero 2012 incarna l’armonia delle Langhe in ogni sorso. Il suo colore rubino brillante introduce un bouquet armonioso, con note di ciliegia fresca, rosa selvatica, e una sfumatura di pepe nero. In bocca, offre un equilibrio perfetto tra tannini setosi e sapori complessi, che spaziano dalla frutta rossa alle erbe aromatiche. Questo Barolo è un viaggio sensoriale attraverso le colline piemontesi.

Denominazione

Barolo Docg Villero

Ciclo vegetativo

Le abbondanti piogge registrate nel mese di giugno hanno avuto un impatto sulla fase di fioritura, determinando una minore allegagione (numero medio di acini per grappolo inferiore). Questo andamento climatico ha indubbiamente beneficiato il Barolo Villero 2012.
In seguito, il ciclo vegetativo ha proseguito in modo ordinario, e a partire dalla fine di settembre, le forti oscillazioni termiche giornaliere hanno contribuito a generare quantità e qualità di sostanze fenoliche estremamente favorevoli, che saranno particolarmente evidenti nel Nebbiolo da Barolo.

Andamento climatico

Il 2012 ha regalato un inverno piuttosto insolito: novembre e dicembre sono stati caratterizzati da temperature miti, con massime che hanno toccato i 16 °C. Il freddo è arrivato all’inizio di febbraio, portando abbondanti nevicate e temperature estremamente rigide, con minime fino a -15 °C.
La primavera è stata fresca e piovosa, ma a maggio le temperature sono nettamente aumentate, raggiungendo i 17 °C. Anche giugno è stato abbastanza piovoso, seguito dall’arrivo dell’estate con punte di calore fino a 38 °C nella metà di agosto.
Settembre ha proceduto regolarmente, e dall’inizio di ottobre, l’ampia escursione termica tra il giorno e la notte ha favorito la maturazione delle uve da Nebbiolo per il Barolo Villero 2012.

2012

Barolo Villero 2012

2012

Denominazione

Barolo Docg Villero

Ciclo vegetativo

Le abbondanti piogge registrate nel mese di giugno hanno avuto un impatto sulla fase di fioritura, determinando una minore allegagione (numero medio di acini per grappolo inferiore). Questo andamento climatico ha indubbiamente beneficiato il Barolo Villero 2012.
In seguito, il ciclo vegetativo ha proseguito in modo ordinario, e a partire dalla fine di settembre, le forti oscillazioni termiche giornaliere hanno contribuito a generare quantità e qualità di sostanze fenoliche estremamente favorevoli, che saranno particolarmente evidenti nel Nebbiolo da Barolo.

Andamento climatico

Il 2012 ha regalato un inverno piuttosto insolito: novembre e dicembre sono stati caratterizzati da temperature miti, con massime che hanno toccato i 16 °C. Il freddo è arrivato all’inizio di febbraio, portando abbondanti nevicate e temperature estremamente rigide, con minime fino a -15 °C.
La primavera è stata fresca e piovosa, ma a maggio le temperature sono nettamente aumentate, raggiungendo i 17 °C. Anche giugno è stato abbastanza piovoso, seguito dall’arrivo dell’estate con punte di calore fino a 38 °C nella metà di agosto.
Settembre ha proceduto regolarmente, e dall’inizio di ottobre, l’ampia escursione termica tra il giorno e la notte ha favorito la maturazione delle uve da Nebbiolo per il Barolo Villero 2012.

-
Piovosità
+
-
Temperatura
+
5 ottobre
Data vendemmia
specifica
Molto buona
Qualità annata
Prodotte con passione:

4300 pz

100 pz

20 pz

---

In generale, possiamo affermare che si tratta di un'annata non caratterizzata da elevate rese, ma con una qualità eccezionale, il che ha consentito di produrre vini estremamente equilibrati.

Premi

2012

VISITA LA
CANTINA

Le cantine Boroli, situate a Castiglione Falletto, sono il posto perfetto per immergersi nel magico territorio delle Langhe con percorsi di degustazione e vivere un’esperienza indimenticabile all’insegna della scoperta e del buon vino.